HomeCibo per AnimaliCagliari, adozioni di cani e gatti del canile: in arrivo un contributo...

Cagliari, adozioni di cani e gatti del canile: in arrivo un contributo del Comune per cibo e cure

Spese per cibo e cure di cani e gatti adottato dal canile a carico del Comune. La proposta è nella mozione in consiglio comunale dei consiglieri Stefania Loi, Fdi e Marcello Polastri, gruppo misto. L’idea nasce da un problema: quello delle persone che vorrebbero adottare un cane o un gatto ma troppo spesso non possono a causa dei costi di gestione e delle spese veterinarie che, talvolta, rappresentano un ostacolo insormontabile.

Mentre la possibilità di poter usufruire di agevolazioni anche economiche favorirebbe l’adozione. Con un duplice beneficio: si amplierebbe il numero di persone che accedono all’adozione degli animali attraverso il canile, e contemporaneamente, si sgraverebbe la struttura dalle spese di gestione, in quanto il numero di animali ricoverati diminuirebbe. Sarebbe così possibile offrire a più persone la possibilità di prendersi cura di un animale e, al tempo stesso, favorire lo svuotamento graduale delle strutture che oggi rappresentano un costo per le casse pubbliche e un impegno per i gestori.


Il modello è quello dell’Umbria, la prima regione italiana​ in cui sarà possibile adottare un cane o un gatto ottenendo il rimborso delle spese medico veterinarie. La mozione di Loi e Polastri, impegna sindaco e giunta ad avviare “da questo momento e a mettere a disposizione le necessarie risorse economiche per incentivare l’adozione dei cani ospitati nei canili rifugio e dei gatti ospitati nelle oasi feline, prevedendo la corresponsione di agevolazioni a rimborso delle spese medico-veterinarie o alimentari eventualmente sostenute. Queste spese saranno finanziate, come del resto avviene nel summenzionato caso dell’Umbria, grazie alla riduzione dei costi in materia di Servizi istituzionali, generali e gestionali”.

Il progetto prevede anche l’assistenza medico veterinaria potrebbe riguardare i primi tre anni, con possibilità di proroga.

 

 

RELATED ARTICLES

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Most Popular