HomeRelax per CaniDyson pettina gli animali: ecco Groom Tool, l'accessorio per la toelettatura dei...

Dyson pettina gli animali: ecco Groom Tool, l’accessorio per la toelettatura dei cani. La prova di Balù

La lotta contro i peli degli animali può partire direttamente dalla pelliccia dei nostri amici a quattro zampe e poi proseguire – con gli strumenti giusti – anche nel resto della casa. Abbiamo visitato per questo motivo il Pet Science Dyson Event in piazza Gae Aulenti a Milano (aperto al pubblico fino a domenica 3 luglio) in compagnia di Balù, la nostra mascotte di redazione a 4 zampe. Che ha provato per noi il nuovo accessorio per la cardatura del pelo di cani e gatti. Ecco come è andata.

Dyson con Groom Tool debutta nel mondo Pet Care

Nell’offerta di Dyson non poteva mancare un pensiero specifico rivolto ai proprietari di animali domestici. Il pelo degli animali domestici può trasportare polline e altri allergeni in tutta la casa e spesso non si è pienamente  consapevoli del relativo impatto sull’igiene di casa.

Da uno studio condotto nei laboratori Dyson, è emersa l’opportunità di eliminare peli ed allergeni direttamente alla “fonte”, grazie a un un accessorio dedicato alla toelettatura degli animali, da affiancare ovviamente a un aspirapolvere senza filo Dyson: si tratta di un bocchettone con spazzola a scomparsa composta da una serie di setole inclinate sottilissime ma semirigide, da collegare facilmente al corpo principale dell’aspirapolvere Dyson tramite un tubo flessibile.

Un accessorio progettato per rimuovere istantaneamente i peli morti del cane, la forfora e le microscopiche scaglie di pelle compatibile con la gamma Dyson senza filo (dal V8 al V15 per indenderci) con esclusione del piccolo OmniGlide che ha un attacco più piccolo.

Il nuovo accessorio è composto da 364 setole inclinate che flettendosi solo parzialmente penetrano nel mantello del cane pettinandolo, intrappolando e aspirando i peli morti, per una toelettatura veloce e confortevole. 

Il funzionamento è molto semplice e riprende la forma e la funzionalità delle popolari spazzole per cani, già in commercio, con però la comodità di avere il collegamento diretto con l’aspirapolvere e quindi il recupero automatico del pelo in eccesso. 

Oltre ai peli, con Dyson Groom è possibile raccogliere e intrappolare tutta la sporcizia e la forfora presente sulla pelle dell’animale ed evitare così che queste sostante possano vagare nell’ambiente (come accade normalmente con le spazzole convenzionali), migliorando quindi la qualità dell’aria e le condizioni igieniche.

Il sistema di auto-rimozione dei peli, con il semplice utilizzo del  pollice, permette di estrarre i peli dalle setole e farli aspirare direttamente dall’aspirapolvere, senza doverli toccare o rimuovere manualmente.

Balù e Dyson Groom, storia di un amore: piace al padrone e piace al cane

Non poteva mancare Balù alla prova di questi nuovi accessori dedicati ai nostri amici a 4 zampe.

Al Pet Science Dyson, in una stanza adibita appositamente, toilettatori di professione ci hanno mostrato il funzionamento di questo prezioso accessorio direttamente su Balù.

Sin dalle prime spazzolate, il cane non ha accusato nessun fastidio e anche le 364 setole non hanno infastidito o graffiato minimamente la pelle del nostro amico. In effetti le setole (appaiono come sottili fili di ferro) sono a un tempo rigidi ma non appuntiti; in sostanza, non pungono. Tanto che Balù ha dimostrato non solo di non esserne infastidito ma piuttosto gratificato dal trattamento.

Malgrado Balù sia di una specie che non perde pelo e non fa la muta, il trattamento ha catturato nella spazzola molta peluria residua: a spazzola “piena” con un tocco di pollice, tutti i peli raccolti sono finiti nell’aspiratore in un attimo senza doverli toccare. 

Uno scatto catturato un attimo prima che i peli catturati dalla spazzola venissero aspirati dal sistema Dyson

Per alcuni cani il rumore dell’aspirapolvere in funzione può essere un elemento di paura o di disturbo: in tal caso è comunque possibile usare la spazzola senza avviare il motore ma aspirare successivamente e lontano dall’animale. In questo modo, però, si perde la possibilità di catturare la forfora, la polvere e altri detriti.

Non sono tutte rose e fiori, però: una cosa che non abbiamo trovato comoda è l’impegno contemporaneo delle due mani. Infatti, nella stragrande maggioranza dei modelli di aspirapolvere a batteria Dyson, il tasto di accensione è a “grilletto” e va tenuto premuto durante il funzionamento: in questo caso con una mano di impugna l’accessorio per la toelettatura dei cani e con l’altra va impugnato e tenuto accesso il motore dell’aspirapolvere. Alla fine manca un terzo braccio per la gestione dell’animale.

Dyson Groom sarà disponibile all’acquisto dal mese di agosto 2022 ad un prezzo che non è ancora stato comunicato. Ma i 70 dollari (senza tasse) necessari per l’acquisto negli USA, dove è già disponibile, fanno pensare a un prezzo italiano che, tra cambio sempre meno favorevole e IVA, rischia di avvicinarsi pericolosamente a 100 euro: molto per un accessorio prettamente passivo.

Va anche detto, per completezza, che sul mercato sono già disponibili accessori di terze parti con funzioni simili e compatibili con la linea di aspirapolvere Dyson a un prezzo che si attesta tra i 30 e i 40 euro, ma sulla cui qualità, soprattutto delle setole, non si può mettere la mano sul fuoco.

Le novità non sono finite: ad agosto arrivano altri nuovi accessori per la serie V

L’aggrovigliamento di peli animali e capelli umani è sempre stato un problema per gli aspirapolvere, soprattutto per i grovigli attorno ai rulli, con un rischio reale di rovinare il motore e rendere l’operazione di aspirazione inefficace.
Per comprendere a fondo il problema, gli ingegneri e i microbiologi Dyson hanno studiato, oltre ai capelli, anche i peli di diversi animali come cani e gatti, ma anche gli animali più inaspettati come alpaca, asini, cavalli e conigli. Questa ricerca ha permesso agli ingegneri Dyson di progettare con precisione le palette di rimozione di peli e capelli per adattarle alle dimensioni della spazzola, mantenendo le prestazioni anti- groviglio per tutte le tipologie di peli e capelli.

Di grande aiuto per i possessori di animali, per esempio, è la mini turbo spazzola anti-groviglio (già vista nella prova di V15 Detect e disponibile come parte di ricambio a 80 euro) ha un rullo interno a forma conica, che ruotando rimuove i capelli aspirandoli direttamente nel contenitore. Il suo design conico arrotola i capelli sulla spazzola ma grazie alla sua forma a spirale questi si sfilano autonomamente dal rullo per venire poi aspirati in pochi secondi, senza aggrovigliamenti. 

La spazzola larga motorizzata con pettine anti groviglio (anch’essa già provata con il V15 e non soddisfacente come la precedente, prezzo 100 euro) è più larga ed è pensata per eliminare in maniera efficace, oltre a polvere e sporco, anche i capelli e i peli da tutti i tipi di pavimento: le palette in policarbonato districano automaticamente i peli e i capelli dalla spazzola in movimento, aspirandoli successivamente al suo interno.

Oltre a questi accessori, che avevamo già sperimentato con l’ultimo V15, sono stati introdotti due nuovi accessori per la gamma senza filo: la nuova spazzola delicata anti-graffio, dotata ora di un sistema autopulente.

La nuova spazzola delicata anti-graffio Dyson è dotata di 8.100 filamenti polimerici ultrafini e densamente imballati in polibutilene terftalato (PBT), un materiale ispirato ai pennelli da pittura e da trucco, ideale per le superfici delicate. La spazzola possiede anche una componente che ruotando, se attivata a motore accesso, rimuove e cattura polvere e detriti dalle setole in modo igienico e facile.

E poi arriva anche la nuova bocchetta a lancia per spazi ristretti, con la possibilità di essere ruotata e inclinarsi di 22°, quanto basta per pulire anche nelle nicchie dove l’ingombro del motore rischia di essere geometricamente “bloccante”.

Questi due nuovi accessori dalla colorazione rossa vanno a completare la gamma di 12 accessori Dyson per la gamma di aspirapolvere della serie V e anch’essi arriveranno ad agosto.

RELATED ARTICLES

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Most Popular